Il Parco è aperto solo su prenotazione telefonando allo 095 964154.

Radicepura Festival: Arrivederci alla prossima edizione

La seconda edizione del Radicepura Garden Festival è stata un successo: si spengono i riflettori sulla biennale dedicata al paesaggio mediterraneo, ma sarà ancora possibile visitare – da novembre, su prenotazione – i giardini produttivi che hanno animato la nostra oasi vitale.
Sono stati 180 giorni di eventi che hanno accolto 35mila visitatori provenienti da 20 paesi nel mondo.
Adulti, certamente, ma anche bambini: più di 5000 piccoli hanno visitato il parco botanico, scoprendolo attraverso attività ludico-didattiche.
Eventi eterogenei che hanno interessato svariati settori: dal cinema con il Garden in Movies alla Summer School, dagli musica con ospiti internazionali alla cultura con la presentazione di libri e conversazioni con l’autore. Dalle mostre ai workshop sino alle passeggiate botaniche, il nostro microcosmo è stato scoperto in lungo e in largo nella sua immensa bellezza. Resa ancora più suggestiva dai 14 giardini produttivi e dalle 4 installazioni, realizzate dai nostri garden designers e arricchita da oltre 2500 piante ed essenze.

Un importante evento partecipato che ha riportato i giardini al centro della cultura, dell’arte e del dibattito internazionale intorno a tematiche di ecologia e sostenibilità, proponendo visioni per il futuro. E che abbiamo concluso con una giornata densa di eventi, tra cui, ad esempio, il premio Gardenia assegnato a NaCl team per “Come back to Itaca”, giardino che in sei mesi si è evoluto in maniera armonica. E un emozionante resoconto di sei mesi di attività: «Un lungo percorso che ci fa essere entusiasti del festival appena terminato e che subito ci proietta nel futuro, nella volontà di restituire alla Sicilia e al nostro territorio un ruolo importante nel diffondere una cultura del paesaggio mediterraneo» ha raccontato Mario Faro, ideatore del Radicepura Garden Festival. «Grazie al sostegno di tutti i nostri partner e all’entusiasmo di tutti i paesaggisti che hanno affrontato con noi questa avventura, siamo fiduciosi che questa possa essere una strada corretta per incidere nel nostro territorio in maniera importante, creare sinergie e rendere il festival un incubatore culturale, sociale, turistico ed economico, capace di attrarre nomi internazionali, artisti e soprattutto persone, visitatori attenti e consapevoli nella ricerca di esperienze autentiche e significative».

Vi aspettiamo nel 2021 con la nuova edizione del Radicepura Garden Festival!

I numeri del festival in sintesi
4 workshop
1 festival del cinema
1 summer school
1 concerto in collaborazione con il “Teatro Massimo Bellini” di Catania
3 grandi eventi musicali internazionali (1 maggio, 10 agosto, 8 settembre)
1 premio (premio Gardenia, 27 ottobre)
2 passeggiate botaniche molecolari in collaborazione con Aboca
4 presentazioni di libri
7 conversazioni
4 mostre (Adrian Paci “Inner circle”, Renato Leotta, collezioni agrumi FAI giardino della Kolymbethra, Antonio Triolo “Legni di mare”)

I workshop del festival
11 marzo: “Regardening” a cura di James Basson
28 aprile: Clive Nichols in “fotografia dei giardini”
Dal 18 al 22 giugno: Sarah Eberle “How to design a garden for a luxury hotel”
Dal 28 al 29 settembre: Antonio Perazzi “Nuove piante, agricoltura, paesaggio spontaneo: tre alleati per il giardino siciliano. Come progettare giardini e passaggio con le piante: dal giardino privato alla ricettività”.

27-10-2019 Giornata conclusiva del Radicepura Garden Festival – photocredits Alfio Garozzo